Milano, 13 e 14 marzo: “Recuperare il ritardo. Ebook e contenuti digitali nelle università, a scuola e nelle biblioteche pubbliche”

Se negli USA il prestito digitale degli ebook in biblioteca è una realtà di servizio affermata e stabilizzata (90% delle biblioteche pubbliche, 100% delle biblioteche accademiche, 40% delle biblioteche scolastiche nel 2013), l’Italia e l’Europa sono in una situazione completamente diversa che mette a rischio la competitività dei nostri istituti culturali.

Questo seminario focalizza il tema esaminando opportunità e prospettive per le biblioteche.

Sogno o incubo? Una nota a proposito di OPAC, #nuovosbn, digital lending, API, dati aperti e antitrust. E disruption

“Il titolo è ovviamente uno scherzo per dare il senso degli obiettivi piuttosto ampi di questa brevissima nota. In modo non sistematico (ma spero ordinato), cercherò di riassumere alcune idee relative alle relazioni tra apertura dei dati, biblioteche digitali (in particolare quando contengono materiali coperti da copyright gestiti attraverso sistemi di “digital lending”) e funzionamento del mercato dei contenuti nel segmento delle biblioteche. Si tratta di appunti di lavoro e il loro obiettivo è quello di ottenere feedback critico.”

Giulio Blasi

(continua a leggere su Bibliotime, luglio 2013)

MLOL al Salone del Libro di Torino

16 maggio, ore 11:00 (Sala Professionali)
EBOOK IN BIBLIOTECA. IL RAPPORTO MLOL 2013 E I NUOVI SERVIZI 2013-14.

salone-del-libro-2013

Partecipano:
Giulio Blasi (MLOL)
Marco Ferrario (CEO Bookrepublic)
Andrea Minini Saldini (Direttore New Media Giunti Editore)
Stefano Parise (Presidente AIB)
Renato Salvetti (Direttore generale Edigita)

Nel corso dell’evento verranno presentate tre novità importanti per chi si occupa di digitale in biblioteca:
a) il rapporto MLOL 2013 con i dati statistici sull’uso di MLOL nel 2012;
b) un nuovo progetto in esclusiva su MLOL in collaborazione con Edigita: il prestito interbibliotecario digitale;
c) un nuovo progetto di Giunti Editore in esclusiva su MLOL: il primo sistema di accesso “pay per clic” realizzato da un grande editore italiano specificamente per le biblioteche.

Il programma del Workshop MLOL a Bibliostar (Milano, 14 marzo 2013)

14 marzo 2013
Palazzo delle Stelline (Corso Magenta 61, Milano)
MediaLibraryOnLine (MLOL)

Contenuti digitali, case study e novità 2013
a cura di Horizons Unlimited srl (http://www.mlol.it)

Una presentazione a 360 gradi delle novità MLOL del primo semestre 2013. I nuovi contenuti (film, audiolibri, periodici, corsi di lingua, strumenti didattici, ebook). La nuove funzionalità del portale. Un case study (a cura della biblioteca Sala Borsa di Bologna), il tema dell’accessibilità (in collaborazione con il progetto LIA).

La sala ha posti limitati, è richiesta l’iscrizione via email (info@medialibrary.it) indicando la/le sessioni di proprio interesse.


SCARICA QUI IL PDF DELL’EVENTO

IFLA e i principî del prestito digitale in biblioteca

È di questi giorni la pubblicazione dei “Principles” di IFLA sul prestito digitale in biblioteca, sul modo cioè in cui le biblioteche possono, o meglio dovrebbero potere (dato che non si tratta di principî universalmente accolti da editori/distributori), acquistare ebook per immetterli nel circuito dell’uso pubblico in biblioteca. Qui il link al documento (che riproduco per comodità anche in basso, alla fine di questo post):

http://www.ifla.org/node/7418

È un documento importante perché ci consente di riflettere sullo stato dell’arte della diffusione di ebook in biblioteca a partire da una realtà matura (ma nient’affatto “risolta”, anzi) come quella americana. Una realtà nella quale il 90% delle biblioteche pubbliche e il 100% delle biblioteche accademiche offrono servizi di prestito digitale. Una realtà nella quale discussioni generalissime (e francamente un po’ stucchevoli) come quelle innescate da Coffman di recente, sono sostanzialmente superate a favore di un lavoro pragmatico di progettazione e ricerca come quelli in atto nel progetto DPLA o in realtà come Open Library o Hathi Trust e tante altre ancora in gran parte assenti in Europa. Per non parlare del mercato, decisamente più avanti del nostro. A titolo di esempio, ecco un update di Sue Polanka sugli operatori USA del digital lending: http://www.libraries.wright.edu/noshelfrequired/2013/02/08/ebook-updates-and-must-reads-from-alamw-conference/.Da quando, con i miei colleghi della Horizons, abbiamo lanciato MLOL il nostro riferimento è stato costantemente la realtà USA. Non si tratta di una posizione “snobistica”. Si tratta della semplice presa d’atto che siamo in ritardo e che dobbiamo elaborare le nostre scelte studiando bene quello che altrove è stato realizzato. Questo lo spirito che muove i commenti seguenti ai “Principî” di IFLA. Dove siamo noi in Italia? E dove si colloca esattamente MLOL? Continua a leggere