MLOL Reader, la nuova app di social reading di MLOL

Da qualche giorno è disponibile su App Store la versione per iPad di MLOL Reader, la nuova app di social reading di MediaLibraryOnLine che avevamo presentato in anteprima al Convegno delle Stelline e che permette di leggere e annotare gli ebook presi in prestito su MLOL direttamente sul dispositivo. Vediamone brevemente le funzionalità principali.

unnamed-6
Continua a leggere

La nuova selezione di titoli Wikisource su MLOL

Da poche settimane, MediaLibraryOnLine ospita oltre tremila testi provenienti dalla Wikisource in lingua italiana. È stato un lungo lavoro, e ci piacerebbe raccontare parte di questo processo.

Prima di tutto, vogliamo spiegare in due parole cos’è Wikisource. Come “fratello” di Wikipedia – e quindi seguendo le stesse logiche – è un progetto basato sul lavoro volontario e sull’idea di diffondere liberamente la conoscenza. Al contrario di Wikipedia, però, Wikisource ha come scopo principale quello di raccogliere e digitalizzare testi in pubblico dominio e non quello di scrivere un’enciclopedia. Un po’ quello che fanno il Progetto Gutenberg e LiberLiber, però in “stile wiki”. Continua a leggere

OpenMLOL: il dibattito al Convegno delle Stelline

È quasi impossibile tirare le fila di tutto quello che è stato detto all’incontro delle Stelline dedicato a OpenMLOL. Come preventivato, la conversazione è stata vivace e informale, e quindi senza una forma e una direzione precise. Sono stati toccati moltissimi argomenti, a partire dalle stesse definizioni dei termini in questione: cosa vogliono dire “partecipazione”, “collaborazione”, “biblioteca digitale”, “comunità”. Una ricostruzione, seppur parziale, la potete trovare nello Storify della mattinata, un tweet dopo l’altro.

La mattinata è iniziata con la descrizione del progetto OpenMLOL com’è adesso: una collezione digitale aperta all’interno di MediaLibraryOnline. Un luogo dove trovare testi liberi da copyright, aperti a tutti, selezionati dal team di Medialibrary e dai molti bibliotecari che ci inviano suggerimenti e consigli. OpenMLOL cresce dunque dentro la biblioteca digitale, come nucleo aperto e libero per tutti.

La nostra domanda, però, nasce proprio qui: cosa fare ora? Come spingersi oltre una “semplice” collezione, per quanto ricca e libera? Con MLOL serviamo centinaia di bibliotecari, serviamo migliaia di utenti. Abbiamo dunque una piattaforma, una grande collezione, varie comunità. Come possiamo servire ancora meglio le nostra comunità, magari in maniera partecipata? Continua a leggere

MLOL Reader: la demo della nuova app di lettura di MLOL al Convegno delle Stelline 2015

Tra le molte novità di MLOL 2015 che presenteremo il 12 e 13 marzo a Milano, ce n’è una che modificherà in modo radicale l’usabilità del sistema di prestito degli ebook sulla nostra piattaforma. Nel corso della primavera, infatti, sarà rilasciato MLOL Reader, il nostro sistema di applicazioni e social reading per iOS e Android.

Non si tratta di una banale applicazione di accesso al catalogo degli ebook (che non differisce in nulla dall’OPAC), ma di una vera e propria applicazione di lettura (Adobe DRM compliant) che sostituirà su MLOL le applicazioni Bluefire, Aldiko e simili, consentendo agli utenti un’esperienza d’uso estremamente più intuitiva, che dalla scheda dell’ebook porta al dispositivo dell’utente. Appena rilasciata, l’applicazione sarà resa gratuitamente disponibile alle biblioteche aderenti a MLOL e sarà gratuita per gli utenti finali.

MLOL Reader Continua a leggere

OpenMLOL: un portale aperto per biblioteche pubbliche, accademiche, scolastiche

Una parte consistente delle risorse presenti in MLOL fanno parte della Collezione Open: sono libri (ma anche musica, film, lezioni) “aperti”, cioè fuori dal copyright, con licenze Creative Commons o comunque liberamente scaricabili o accessibili per tutti.

La collezione Open costituisce uno dei patrimoni più importanti della nostra biblioteca digitale ed esplicita il desiderio di MLOL di offrire il più possibile accesso all’informazione, aperta a tutti, senza distinzione.

openMLOL

OpenMLOL è il nuovo progetto di Horizons Unlimited dedicato esclusivamente all’arricchimento di questa collezione. Per il momento, questo servizio è del tutto integrato dentro MLOL: stiamo espandendo la collezione di “ebook open”, trovando sempre nuove collezione aperte e importandole dentro la nostra biblioteca digitale. Ma ci saranno musica, video, film, spartiti musicali, testi ed articoli scientifici. App, videogiochi, MOOC e corsi universitari. Persino open data delle biblioteche.

Quello che vorremmo fare, però, è non fermarci qui. Continua a leggere

Contenuti digitali italiani per l’università

Nicola Cavalli curerà l’evento “MLOL per le biblioteche accademiche: esperienze in corso e prospettive” in occasione del prossimo Convegno delle Stelline. Per partecipare alla sessione, è richiesta l’iscrizione all’indirizzo info@medialibrary.it.

Uno dei mantra più comuni quando si parla di università italiana è relativo ai tagli sui budget ed alla poca capacità di spesa rimasta. Se però andiamo a guardare le cifre spese per i contratti di licenze delle riviste elettroniche vediamo come non si parli certo di cifre piccole. Come si può approfondire in un articolo di Rue89, supplemento de le Nouvel Observateur, la cifra concordata per 5 anni, per l’accesso alla versione elettronica di un grosso corpus di riviste, da parte dei consorzi francesi con Elsevier è di 172 milioni di Euro. Quasi 35 milioni di Euro annui, per un solo gruppo editoriale. Le cifre dei contratti con gli altri editori principali sono probabilmente simili. Continua a leggere

Il dibattito USA su ebook, subscription e biblioteche: link utili in vista del Convegno delle Stelline

Il 12 e 13 marzo, in occasione del Convegno delle Stelline a Milano, parlerò di cosa significhi per il mondo delle biblioteche l’emergere di servizi quali Kindle Unlimited, Scribd, Oyster, 24Symbol e mille altri che stanno nascendo nel mondo (e in Italia).

Se ne dibatterà in modo approfondito già il giovedì alle ore 14 in Sala Leonardo, in un evento organizzato da MLOL cui parteciperanno alcuni bibliotecari, distributori digitali, AIE e alcuni tra i più importanti editori e gruppi editoriali italiani (Mondadori, Gems, Giunti, Mulino, Feltrinelli, Laterza); ne discuterò ancora il giorno successivo, nella sessione pomeridiana cui prenderanno parte anche Gino Roncaglia e Andrea Zanni.

I materiali dei vari interventi saranno resi disponibili nel corso del convegno, ma nel frattempo chi volesse approfondire il tema può dare un’occhiata al modo in cui il dibattito è stato affrontato negli USA, a partire dalle letture consigliate qui sotto.

La mia idea – lo dico subito – è diversa e più radicale di quanto emerge in questa discussione. Ma non voglio anticiparla qui: l’appuntamento è a Milano, il 12 e 13 marzo (qui il programma di tutti gli eventi organizzati da MLOL per l’occasione).

Giulio Blasi Continua a leggere

MLOL al Convegno delle Stelline 2015. DIGITAL LIBRARY / LA BIBLIOTECA PARTECIPATA: collezioni, connessioni, comunità.

Giunto alla ventesima edizione, il Convegno delle Stelline sarà dedicato quest’anno a biblioteche digitali e accesso alla conoscenza. Come ogni anno, MLOL sarà presente e proporrà diversi incontri a tema: si parlerà di OpenMLOL, shop, comunicazione del servizio agli utenti e biblioteche accademiche. Al centro della programmazione, giovedì pomeriggio, il dibattito tra editori e bibliotecari sui servizi di ebook subscription.
Di seguito, uno per uno, tutti gli eventi organizzati da MLOL che potrete seguire a Milano il 12 e 13 marzo; qui, invece, potete scaricare direttamente il programma in formato pdf. Ricordiamo che per partecipare alle sessioni MLOL è necessario iscriversi inviando una mail al nostro indirizzo info@medialibrary.it, specificando l’incontro (o gli incontri) cui si è interessati.

stell
Continua a leggere

Wikisource: 800 nuovi titoli nella collezione Open di MLOL

La collezione Open costituisce uno dei patrimoni più importanti della nostra biblioteca digitale, ed esplicita il desiderio di MLOL di offrire il più possibile accesso alla conoscenza, che sia aperta a tutti, senza distinzione.

Le risorse presenti in questa collezione sono gratuite e rilasciate con licenze Creative Commons: provengono da decine di siti nel web e spesso sono frutto di progetti di appassionati, di volontari, o magari digitalizzazioni di biblioteche e musei internazionali. Pensiamo per esempio agli ebook del progetto Gutenberg o dell’italiano Liber Liber, o ancora alle banche dati di Internet Culturale.

Da oggi, MLOL ospita anche i testi di Wikisource.

Wikisource

Continua a leggere

Raccontare un servizio: la comunicazione di MLOL sui social media

Dove siamo ora: perché MLOL Blog

Cosa sia in poche parole MLOL Blog, il nuovo blog ufficiale di Horizons Unlimited e MediaLibraryOnLine, lo potete leggere in una delle pagine del menu di navigazione del sito.
In questo primo nuovo post, però, vogliamo raccontarvi nel dettaglio come e perché siamo arrivati a questa scelta, abbandonando il nostro vecchio Tumblr – di cui comunque potete leggere gli articoli più importanti, proprio qui sotto.
Innanzitutto: MLOL Blog svolgerà una funzione strettamente istituzionale e non ospiterà dunque recensioni o consigli di singoli item presenti nel nostro catalogo – per quello c’è già un bellissimo blog di bibliotecari, BiblioMediaBlog, ma ne parleremo più avanti. Si occuperà invece di promuovere le differenti tipologie di nuovi contenuti, di accordi raggiunti per offrire servizi aggiuntivi, nuovi progetti – e sono parecchi e importanti, quelli in cantiere; ci sarà spazio, inoltre, per articoli dedicati a tematiche di settore particolarmente caldi e alla copertura di eventi-chiave (Convegno Stelline e Salone Internazionale del Libro di Torino, su tutti).
Ma MLOL Blog è solo una delle strade che qui a MLOL stiamo sperimentando in termini di comunicazione online: molto altro, infatti, si sta muovendo.

img_blog Continua a leggere